STORIA & MISTERI- Satyrnet.it by dott. Michele Lo Presti

 

LA STELLA DI PITAGORA

IL PENTACOLO

 

Uno dei simboli più importanti nella magia è la stella Pitagorica, o pentacolo, o pentalfa. Si tratta di una stella formata dalla congiunzione delle diagonali di un pentagono regolare. Nella sua forma originaria è inscritto in un pentagono,a sua volta inscritto in un cerchio.

Nonostante il Pentagramma sia spesso considerato il simbolo demoniaco per eccellenza, abbraccia significati molto diversi a seconda del verso in cui viene disegnato.

Il pentagramma era un simbolo già usato nel Pitagorismo, ed anzi sembra che fu proprio Pitagora a idearlo. Pitagora era attratto dalle proporzioni che intercorrono tra una diagonale della stella e il lato del pentagono in cui essa è inscritta, che segue il rapporto aureo. In realtà ogni segmento sviluppa il rapporto aureo con altri segmenti che il disegno individua.

 

Molto spesso veniva rappresentato una seconda stella all’ interno del piccolo pentagono inquadrato dai segmenti interni della stella. E’ infatti sempre possibile tracciare una stella pitagorica più piccola al centro di una stella pitagorica, in un movimento teoricamente infinito. I cinque vertici rappresentano l’ equilibrio dell’ universo sensibile. Secondo la filosofia pitagorica la base dell’ universo è il numero 10 che è base della numerazione, di cui il cinque è la metà, ed il pentacolo individua 5 vertici esterni e cinque vertici interni. Ma sempre secondo Pitagora il numero che rappresenta il cosmo è il 4. Il cinque invece rappresenta il microcosmo, cioè il cosmo che l’ uomo è in grado di esperire. Per questo motivo il pentacolo era usato come simbolo di salute dai pitagorici, in quanto pone l’ uomo come misura delle cose.

 

Negli usi druidici il pentacolo veniva disegnato libero ( non iscritto al cerchio o al pentagono), con i lati che si accavallano tra loro intrecciandosi. Quest tipo di pentacolo viene usato ancora adesso da alcuni circoli di streghe, come le wicca.

 

Nel medioevo il pentacolo veniva usato molto spesso come simbolo da utilizzare nei rituali, e veniva spesso potenziato da altri simboli. Poteva essere usato per il rituale del pentagramma, ( evocazioni) se disegnato a partire dalla punta verso il vertice inferiore sinistro, senza mai staccare il pennello dal foglio, o per i rituali magici se disegnato a partire dalla punta fino al vertice in basso a destra.

Nel medioevo il pentacolo prese il nome di “ Piede dei Druidi” perché poteva essere usato per scacciare le streghe. Anche

Nel medioevo si intendeva il pentagramma come l’ unione dei quattro elementi e del principio spirituale, cioè il principio alla base della vita non materiale.

 

Il pentagramma come simbolo demoniaco.

Il pentagramma come simbolo demoniaco si disegna al contrario, con la punta della stella verso il basso, come simbolo dell’ inversione del principio spirituale.In questo modo è possibile utilizzare il potere della stella nei rituali di magia nera.

Si può utlizzare il pentagramma anche per indicare il diavolo, o come icona diabolica disegnando un caprone all’ interno di un pentacolo rovesciato.

 

Il pentacolo nei riti magici

Il pentacolo viene usato spesso nella magia, come oggetto catalizzatore, o come una bacchetta, ma deve essere fatto ti tutti i metalli alchemici ( oro, argento, piombo, ferro, mercurio ) e reso sacro orientando per cinque volte la punta verso i punti cardinali. ( Da notare che bisogna poi ricordarsi quale sia il vertice giusto, essendo tutti i vertici uguali)

by AXDEB

 

torna all'index di Storia & Misteri